rientri

by

cari tutti, ciao!

anche noi siamo tornati. Sono state vacanze lunghe, e stancanti. In più in estate pare che ci sia più tempo anche per dirsi cose che non si ha il tempo di dirsi, e capita che siano spiacevoli, anche estremamente. E’ successo a noi, quest’estate. La principale catartica discussione riguardava l’onnipresente problema della ripartizione/ condivisione dei ruoli nell’ambito della vita familiare. Più che una discussione, è stato il mio personale e non-mediato sfogo. Ho sempre avuto l’impressione che il mio “comunicare” il disagio era più simile ad una continua e ripetitiva lagna del “possibile che debba fare tutto io?”. Seguìta in genere da una specie di silenzio. Assenso? bah. Più sfottimento che altro. Questa volta è stata diversa. La nostra estate è stata segnata, oltre che da stanchezza, nottate e piccoli malanni di stagione, anche dall’evento, cuore delle discussioni tra amici, della separazione di una coppia che noi consideravamo una abbastanza “ideale”. Carini e affiatati. Tre figli. Salvo poi a scoprire, dopo 15 anni di matrimonio, che forse lei era stata troppo carina. Forse si era tenuta troppo tutto dentro. Forse si è disamorata a forza di sopportare piccole e grandi cose dal marito. Disamorata pian piano di lui. E poi rinnamorata di un altro. Per il quale alla fine ha mollato tutto. E forse è stato questo che ha spinto non tanto il mio cuore a aprirsi a mio marito, cosa che pure invece avevo fatto spesso ma ripeto con modesto risultato comunicativo, a mio parere. Più che altro ha spinto il mio stomaco a buttare fuori cose certo brutte a dirsi così, senza filtro alcuno. Eppure vere. Stavano lì, e sentivo che mi stavano rodendo. E consumando l’amore sui cui stavamo costruendo la nostra famiglia. Le ho vomitate, le cose che pensavo, così com’erano, e ovviamente acuite dalla occasionale incazzatura del momento. Il nodo centrale è stato credo quando io ho detto: io sono stata me stessa sempre con te prima di sposarci, tu forse no, mi hai fatto capire che avremmo condiviso e ripartito i ruoli, non che io avrei fatto la wonder woman. Non sei stato onesto. Io, se sapevo che era così, manco ti sposavo. E ringrazia che hai due figli e che non posso prendere subito misure conseguenti. E La bomba è scoppiata davvero. Anche lui mi ha detto cose che non aveva mai detto, ed erano così tenere perchè forse dettate dalla disperazione di vedermi così determinata e ad un punto così estremo; venivano dallo stomaco, anche quelle.

Oggi, di ritorno da vacanze un po’ estenuanti da vari punti di vista, siamo insieme, e io mi sento felice.

Lui ha tenuto fede all’impegno che ha deciso di assumersi quella sera, cioé scegliersi un compito da ritagliarsi nei confronti della famiglia e del rapporto con i figli; e stamattina ha preparato e accompagnato entrambi i bambini a scuola, mentre io dovevo andare presto al lavoro. Certamente, ieri sera gli ho dovuto preparare io le tenute dei bimbi, le borse e la pappa. E, certo, ora al mio rientro la casa è un caos, letti sfatti e roba sporca un po’ sparsa. Ma io sono davvero felice perché quello che ha fatto l’ha fatto con impegno, non si è lamentato e naturalmente ci è riuscito benissimo.

Perciò, amore mio….. non è vera quella cosa che mi hai detto quella sera… lo sai cosa!

ti amo
e sono contenta di averti sposato

PS: pensi di essertela cavata con il primo giorno? ormai ho visto che lo sai fare!!

Annunci

8 Risposte to “rientri”

  1. Serialmama Says:

    Ciao Laura, bentornata 🙂
    Sono una fan scatenata del vomitarsi addosso le cose che ci rodono dentro, fanno male, a volte malissimo, ma è proprio l’unica maniera per non farsi distruggere.

  2. leucosia Says:

    Cara Laura, benritrovata!
    ho letto il tuo commento sul mio blog ed in effetti hai ragione…ci conosciamo! una conoscenza casuale, non inerente all’archeologia, ma ad un’amica in comune.
    purtroppo non abbiamo avuto la possibilità di approfondire questa conoscenza, a causa di tanti mille ostacoli, primo tra tutti la mia salute ballerina.
    però riscoprirti per caso, leggere i tuoi pensieri scritti su queste pagine elettroniche, mi fanno sentire meno sola…complimenti per i tuoi bambini e per la grinta che metti nella tua vita!
    ciao a presto riscriverci
    Leucosia.

  3. laurapoli Says:

    ciao leucosia, non parlare a me di grinta, tu ne hai da vendere… tengo le dita incrociate per la tua battaglia

  4. faffa Says:

    e allora hai capito chi è leucosia??????
    buona domenica ad entrambe!!!!!!!

  5. faffa Says:

    ciao e bentornati a voi quattro!!!!
    innanzitutto COMPLIMENTI PROF.!!!!!
    il traguardo ambito l’hai raggiunto … hai la tua scuola definitiva (a meno che non chiederai un trasferimento ad un liceo più vicino), hai le tue classi che potrai seguire nel corso degli anni e formarle con l’aiuto dei classici latini e della tua intelligenza e praticità nell’affrontare tutti i problemi quotidiani e non che i tuoi alunni ti sottoporranno!!!!
    in bocca al lupo!!!!
    io, invece, non sono rientrata in quasto primo turno di convocazioni … e menomale perchè … non sarei potuta neanche andare a firmare il contratto!!!!infatti, finalmente -sono fiduciosa- risolverò il mio problema alla mano: tunnel carpale e sindrome di dequervein!!!!!in questi giorni subisco il piccolo intervento e … con la mano guarita (me lo auguro di cuore ……. ho una paura!!!!!!!!!!) potrò compilare registri, scrivere giudizi e verbali!!!!
    a presto
    faffa

    ps: tale commento l’avevo inviato sul blog dei giovani sposi il 2 settembre!!!!
    pps: la mano ora sta bene … mercoledì il chirurgo mi ha tolto punti e gesso!!!!!

  6. laurapoli Says:

    ciao faffa in bocca al lupo anche a te e a presto per mie news sulla nuova (e definitiva? chissà…) scuola. Leucosia… sì ho capito chi è, come è piccolo il mondo!

  7. faffa Says:

    ciao …. …. per sabato ti faccio sapere!!!!!!
    fufù si è fatto incantare dalla Villa Adriana a Tivoli vedendo sabato pm “passaggio a nord-ovest” un servizio!!!!!
    io l’ho studiata, ma non l’ho mai visitata …. perciò è possibile che sabato, se è bel tempo e approfittando che non ho preso ancora nessuna supplenza, andiamo a visitarla!!!!!
    buon lavoro 🙂

  8. faffa Says:

    ciao 🙂 e grazie per il bel pomeriggio trascorso insieme a te, la tua famiglia e il mio maritino fufù che ho scoperto essere bravo a far camminare i bimbi piccoli mantendoli per le braccia!!!
    buon fine settimana e … spero per te che la lavatrice abbia ripreso a funzionare senza l’intervento del tecnico (che chissà tra quanti giorni verrebbe)!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: