Tutta la vita davanti

by

Qualche giorno fa sono andata per la terza volta al cinema di periferia dove il liceo di periferia in cui insegno segue il progetto cineforum. Progettino impegnato, visto che i primi due film, Biutiful Cauntri e Gomorra, personalmente li avevo accuratamente evitati in passato per non farmi scendere la depressione relativa ai suddetti argomenti. Li ho visti ed sono sopravvissuta ma ne sono stata abbastanza scombussolata. Ma quel filmetto lì sul precariato ero certa di reggere il colpo. E invece mi è crollata addosso “tutta la vita” passata, gli anni di illusioni europeiste e di precariato, e magari fosse stato un call center come per la protagonista del film. Almeno potevi dare la colpa all'”azienda”, piccola e meschina.  Invece a me le opportunità erano date e tolte proprio da Università, Centri di Ricerca e di (in)Competenza, Soprintendenze… Dove mi fu detto: “meglio che non lo dici che sei incinta, il bando non prevede né sospensione né congedo”: un bando di “assegnista di ricerca”, in teoria il fior fiore delll’intellighenzia. Figurati. Che schifo. E poi: salvata dal “concorso pubblico”. La scuola. Durante gli altri due film del cineforum scolastico non ho pianto come durante quel maledetto film. Che vita di merda. E io sono una fortunata (casa ecc.). Che a fare il terzo figlio non ci pensa nemmeno.

Annunci

Tag:

10 Risposte to “Tutta la vita davanti”

  1. leucosia Says:

    che vita di emme? quale vita di emme? tu almeno un’altra possibilità lavorativa l’hai avuta. pensa a tutte quelle donne che invece hanno trovato tutte le porte chiuse in faccia…

  2. laura Says:

    infatti. hai ragione. non mi sono spiegata bene. intendevo che viviamo un tempo di m. in cui prima ci si illude di qualcosa e poi non lo si può ottenere, non che si possa e una non ci riesce. comunque ho scritto, mi pare, che sono tra le più fortunate. in ogni modo non aver realizzato quello che si è rincorso per 10 anni di post lauream è una sconfitta anche per una fortunata. ma certo che sono fortunata, e non solo per questo.

  3. faffa Says:

    ciao collega … il pianto interiore me lo sono fatto qualche giorno fa a scuola!!!
    in una prima tremenda!!!
    un’ora di spiegazione (la quinta) è passata: gli studenti hanno anche partecipato abbastanza!!!
    poi è suonata la campanella della sesta ora … non ho capito più niente!!!
    gli studenti si sono alzati, hanno cominciato a picchiarsi(per scherzo)!!!
    io cercavo di tenerli a bada … richiamandoli, ma niente!!!
    ho cercato di mettere un rapporto, ma gli studenti mi levavano il registro tra le mani e minacciavano di buttarlo giù!!!
    poi, appena ho detto che non avrei messo rapporti, gli studenti si sono calmati, hanno fatto finta che non ci fossi più in classe e si sono messi a giocare in un angolo della classe!!!
    io, seduta dietro la cattedra, li controllavo!!!
    erano le 13.30!!!
    alle 14.00 sarebbero usciti!!!
    li guardavo e volevo piangere … anni di studio, di bei voti, di sogni e … mi trovo a fare il mastrogiorgio in una classe che non è curiosa di sapere, di imparare, di istruirsi!!!
    e poi mi tiro su … una classe, la quinta, mi stima: ritiene che sono troppo preparata per insegnare in un tecnico!!! secondo loro, merito di insegnare all’università!!!
    a sentire loro, mi carico … trovo la forza per essere sempre più una brava docente!!!
    e penso che sono fortunata: ho un marito che mi ama, ho una famiglia su cui posso sempre contare, ho un lavoro che mi piace e mi appassiona … nonostante parte degli alunni sono pestiferi!!!

  4. leucosia Says:

    -laura infatti non avevo capito a cosa ti riferivi, con la vita di eccetera…il film non l’ho visto (a dirti la verità non ho visto biutiful e nemmeno gomorra, sono piuttosto a digiuno di cinema, ma in questo periodo di panzitudo tendo ad evitare visioni drammatiche) so che è molto triste e soprattutto molto reale. per quanto riguarda il mestiere che abbiamo rincorso in anni di studio -un mestiere meraviglioso ma faticosissimo sotto ogni punto di vista- resta l’amaro in bocca per non esser riuscite , vuoi per un motivo vuoi per un altro, a mantenercelo. i sacrifici diventano macigni, i rimpianti altrettanto. ma non guardiamoci indietro! io spesso ne parlo del mio vecchio lavoro, ci scrivo su e cerco di essere ironica. altrimenti vengo sommersa dalle lacrime.
    -faffa, bisogna avere polso di questi tempi purtroppo nel mondo scuola. resisti, abbiamo bisogno di insegnanti come te!

  5. Laura Says:

    eh eh se non era per il cineforum e chi lo vedeva il grande schermo!! tra l’altro appunto biutiful cauntri e gomorra il maritino me li aveva proibiti proprio causa gravidanza e puerperio!!
    faffa: resistere, resistere, resistere!!!!

  6. grace Says:

    Maronna…in questo periodo non parliamo che di lavoro e mobbing verso le donne in età fertile o con figli a carico…che vita di merda ‘o veramente!
    Ti abbraccio
    Gra

  7. faffa Says:

    resistere sempre!!!!
    e vivere delle piccole soddisfazioni lavorative 🙂

  8. laura Says:

    grace!! tanti auguri per l’arrivo di Lui! ho letto il tuo post!! e in bocca al lupo per il mobbing da gravidanza…. resistere!! siamo tante e più ci stiamo vicine e meglio è!! consiglio, preso dal tuo blog, anche questo:
    http://mammaincorriera.blogspot.com/2009/02/il-cielo-e-pesante-speriamo-non-ci-cada.html

  9. Irish Coffee Says:

    pienamente d’accordo con le tue parole, il tuo pensiero
    e io mi sono fermata al primo figlio
    e vedere il mondo di ora mi fa solo pensare…meno male…

  10. faffa Says:

    ciao … come va con l’influenza familiare????
    guarite presto così ci vediam un pm per un saluto, quattro chiacchiere e il solito the che tu … non bevi 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: