gli aiuti all’Abruzzo non siano la nuova Irpinia

by

Per chi come me ha vissuto l’Irpinia 1980 e ha poi trovato le coperte destinate ai terremotati in vendita nei mercatini rionali del centro di Napoli, è difficile avere fiducia nel fatto che tutto quanto gestiscono le Istituzioni centrali (protezione civile e altro) arrivi davvero a buon fine e la nostra solidarietà non si disperda (non parlo nemmeno di cattiva fede ma diciamo di “cattiva organizzazione”).

Dopo tutti questi giorni e milioni di euro (sms e vari) inviati da italiani, chi è lì racconta (non in tv) che ancora mancano coperte ai campi.. ma com’è possibile???

Una mia amica pescarese cui ho esposto le mie perplessità mi ha quindi mandato i riferimenti locali che vi giro. Potrebbero convincere chi come me di fiducia ne ha persa un bel po’ ma non vuole rinunciare a provare ad essere solidale. In generale c’è chi preferisce la Caritas alla Protezione Civile: io non so, ormai mi fido quasi solo delle singole persone perciò di quello che mi suggerisce la mia amica del posto.
Grazie.
Laura

Donazioni denaro:

-> CARITAS PESCARA:
C.C.P. intestato a CUORE CARITAS n.87086955, causale Terremoto L’Aquila
o
Bonifico Bancario: BANCOPOSTA – IBAN IT62R076011540000008708695
5, causale: terremoto L’Aquila

oppure

-> RIFONDAZIONE PER L’ABRUZZO IBAN: IT32J0312703201CC0340001497

Annunci

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: